Blog

Isolare termicamente i vecchi infissi: isolamento termico e acustico

Pubblicato da:

Isolare termicamente i vecchi infissi: isolamento termico e acustico

Sostituire i vecchi infissi poco isolanti con quelli di ultima generazione è certamente la soluzione migliore per l’isolamento termico ed acustico ossia per isolare la propria casa dal freddo, dall’umidità e dai rumori.

E’ possibile, però, che il budget non ci consenta di affrontare questa spesa.

Una soluzione è quella di isolare termicamente i vecchi infissi.

isolamento termico vecchi infissi costruzioni zaffiniI vecchi vetri semplici a lastra singola (detti float) hanno una capacità di isolamento termico e acustico talmente bassa che il loro uso è assolutamente sconsigliato; per questo, se sono ancora presenti nell’abitazione, è consigliata la loro sostituzione con nuovi vetri termici, vetri basso-emissivi etc. di cui abbiamo parlato in questo post.

Possiamo, inoltre, applicare delle nuove guarnizioni laddove esse sono assenti o deteriorate e, se la larghezza del davanzale lo consente, installare doppi infissi che creano una camera d’aria isolante tra gli infissi interni e quelli esterni.

Si consideri che la spesa effettuata per queste modifiche, in particolare per la sostituzione di vetri semplici e sottili con vetrocamere, vetri selettivi etc. verrà recuperata in breve tempo grazie alla minor spesa per riscaldare e condizionare l’aria!

Inoltre l’aumentato confort dell’abitazione, più calda e silenziosa, sarà benefico per il benessere psico-fisico dei suoi abitanti.

Altri consigli per evitare dispersioni termiche:

isolamento termico infissi costruzioni zaffini- applicate tende per interni pesanti che costituiscono una ulteriore barriera al freddo e all’umidità ma anche alla luce ed al calore! Esistono tende da interni che bloccano gran parte dei raggi solari permettendo di proteggersi non solo dalla luce ma anche da calore del sole. Altre tende, invece, sono particolarmente efficaci per evitare spifferi durante l’inverno.

- se avete la possibilità di un piccolo investimento, applicate tende da sole, soprattutto se in tessuti tecnici o spessi, che, durante la stagione estiva impediscono sia alla luce che al calore di penetrare attraverso i vetri.

- se vi piacciono, almeno d’inverno applicate dei tappeti che aiutano ad isolare il pavimento della casa, conservando il calore invernale.

- se proprio non si ha budget per la sostituzione degli inefficienti vetri float, si possono applicare su di essi delle pellicole trasparenti e isolanti che riducono il passaggio di calore attraverso il vetro. Queste pellicole riescono dunque a diminuire una percentuale del riscaldamento e della refrigerazione.

- ogni tanto, e certamente all’inizio della stagione fredda, svuotate l’aria che si accumula all’interno dei termosifoni.

- verificate la presenza di fessure tra le mura ed i cassonetti delle tapparelle che sono a contatto con l’esterno; in tal caso chiudetele con stucchi, poliuretano in spray o sigillanti in silicone oppure inserite dei pannelli isolanti in poliuretano o polietilene all’interno dei cassonetti stessi;

- anche le porte esterne sono importanti per l’isolamento termico della casa. Ovviamente le porte più isolanti sono le spesse porte blindate ma anche per esse è importante utilizzare guarnizioni e paraspifferi, fissi o mobili, che riempiano le intercapedini tra telaio e porta e tra porta e pavimento.

- se avete la possibilità di investire una esigua somma di denaro, acquistate dei pannelli di polistirene espanso che costano pochi euro al metro quadrato e applicateli soprattutto sulle pareti che danno direttamente all’esterno.

- con pochissima spesa, acquistate fogli isolanti per radiatori, efficaci per diffondere il calore prodotto dai radiatori nella stanza invece che all’esterno. Sono facili da applicare grazie al biadesivo e invisibili dietro ai radiatori.

Bisogna ricordare anche che, se l’isolamento termico delle abitazioni è importante, altrettanto lo è la corretta aerazione dei locali. Infatti nello svolgimento delle normali attività di vita e lavoro vengono prodotti vapori, odori ed anidride carbonica che, in eccesso, rendono gli ambienti poco igienici e salubri. La formazione di condensa, inoltre, può causare la formazione di muffe. L’aria dei locali deve quindi essere costantemente cambiata come spieghiamo in questo post.

Commenti

  1. Rita Occhiobello  settembre 5, 2013

    Se in fase di ristrutturazione o di costruzione di una casa, l’isolamento termico può apparire un costo in più da sostenere, non fate l’errore di sottovalutarne i benefici! Noi abbiamo fatto degli sforzi economici per isolare la nostra casa ma ora l’investimento è stato ripagato! La casa mantiene il caldo ed i bambini vanno scalzi tutto l’anno!

    (reply)
  2. Giorgio  settembre 5, 2013

    Ho avuto una brutta esperienza con un’azienda improvvisata. non faccio testo, ma dei miei amici invece hanno risolto i problemi di infiltrazioni e umidità dagli infissi.

    (reply)

Add a Comment


cinque × 1 =